http://www.cosmobrongo.it/impianti/images/immagini/biomasse/catasta_legna.jpglink
http://www.cosmobrongo.it/impianti/images/immagini/biomasse/stufa_pellet.jpglink
http://www.cosmobrongo.it/impianti/images/immagini/biomasse/dsc_0013.jpglink
http://www.cosmobrongo.it/impianti/images/immagini/biomasse/biomassa.jpglink
Progress bar
19-08-2017Pellet
19-08-2017Biomasse

Biomassa

Le biomasse sono sostanze di origine vegetale le quali possono essere usate come combustibile ecologico. Le più diffuse sono la classica legna e il pellet.

Pellet

Il pellet è un combustibile biologico costituito da segatura essiccata e compressa in cilindretti del diametro di 6 – 8 mm. Viene bruciato in apposite caldaie o stufe il cui funzionamento è completamente automatico e sicuro.
Infatti, vari dispositivi elettronici e meccanici attivano e controllano la combustione e spengono la fiamma in caso di necessità.

La camera di combustione è chiusa da un portello di vetro e i fumi vengono espulsi all’esterno in maniera forzata da un ventilatore attraverso un condotto di scarico.
L'ambiente viene riscaldato tramite un ventilatore che diffonde l'aria calda prodotta dalla stufa oppure si può collegare all’impianto di riscaldamento a radiatori, ventilconvettori o pannelli radianti.

Legna

Canna fumaria intasata
Canna fumaria intasata

Il classico camino a legna che irradia calore nel salotto di casa è un esempio di riscaldamento a biomassa; ovviamente per scaldare l’intera abitazione è necessario inviare il calore anche nelle altre stanze attraverso canalizzazioni che diffondono l'aria calda o collegare il camino ad un impianto di riscaldamento. Si parla così di termocamino.

Ne esistono di vari modelli di tutte le potenzialità e possono produrre anche acqua calda sanitaria. Si possono interfacciare con una caldaia a gas la quale fornirà calore quando il termocamino è spento o non ancora in temperatura.

 

L'utilizzo della biomassa comporta grandi vantaggi sia per l'ambiente che per il portafoglio. Le emissioni inquinanti sono praticamente nulle perchè l'anidride carbonica prodotta nella combustione è pari a quella assorbita dalla pianta da cui deriva durante il suo ciclo di vita.

L'installazione degli apparecchi a biomassa deve essere eseguita a regola d'arte sopratutto per quanto riguarda la canna fumaria. Essa deve essere dimensionata in base alle caratteristiche del camino e costruita con materiali certificati per il tipo di installazione.

Infatti, la combusione della legna e del pellet produce particelle solide incombuste che, con il tempo, si depositano sulle pareti della stessa ostruendola.In molti casi i depositi di fuliggine possono infiammarsi provocando l'incendio o l'esplosione della canna fumaria con danni ingenti alle abitazioni e pericolo per le persone che vi abitano; é quindi obbligo dell'utente rivolgersi esclusivamente ad un tecnico abilitato sia per l'installazione che per la manutenzione periodica dell'apparecchio e della canna fumaria.